Luca Restelli

Gli specialisti dell’arte

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter

Come si è detto in precedenza, l’investimento in arte rappresenta un’alternativa proficua, in grado di garantire un buon livello di diversificazione del rischio, per via di alcune sue caratteristiche, tra cui il valore intrinseco, la scarsità, l’unicità e l’alto tasso di rendimento, derivante dalla rivalutazione del valore al quale le opere sono state acquistate. 

Tutto ciò è accompagnato da un beneficio che accomuna l’arte ad automobili d’epoca, vini da investimento e oggetti preziosi, e risiede nella componente emotiva dell’affare e cioè nella possibilità offerta all’acquirente di godere di un’opera unica, di avvicinarsi all’interpretazione dell’opera, e riscoprire la propria sfera emotiva.Come investire nell'arte - Catawiki 

Un altro vantaggio, in questo caso specifico solamente di questa categoria di asset nel più vasto panorama dei beni da investimento, è la possibilità di disporre di un bene il cui valore non si deteriora con l’uso e che, anzi, incrementa nel corso del tempo. 

Arte come Asset class di diversificazione del patrimonio

Riproduci video

L’analisi del mondo degli investimenti artistici permette di apprezzare un fattore che caratterizza solamente le esperienze di consulenza di maggiore qualità. Infatti, per poter selezionare le opere in grado di garantire i rendimenti i maggiori nel tempo è necessaria una conoscenza profonda e specifica del settore, di cui dispongono solamente i professionisti che in questo operano. Professionisti con cui il private banker deve necessariamente confrontarsi.

Consulenti finanziari e specialisti dell’arte lavorano quindi a stretto contatto l’uno con l’altro, alla ricerca delle migliori soluzioni possibili in termini di rendimento e liquidabilità. 

Infatti, solamente chi vive e opera in questo settore è in grado di indirizzare e guidare nell’acquisto delle opere che meglio rispondano alle necessità del cliente, in base anche alle specificità del suo profilo d’investimento, se correttamente individuate dal consulente finanziario. Oltre a saper valutare accuratamente le potenzialità dell’artista e delle sue opere, lo specialista è in grado anche di indicare quelli più affini alla sensibilità e al gusto del cliente, permettendogli così di trarre dall’operazione i benefici non monetari di cui parlavamo poco sopra.

Galleristi e artisti sono quindi le personalità più indicate per introdurre il cliente in questo nuovo paradigma, illustrando al meglio potenzialità e vantaggi che ne derivano. 

Nell’intervista qui sotto, Deodato Salafia, fondatore della Deodato Arte, brand leader in Italia e punto di riferimento in tutto il mondo per Pop e Street Art, grazie alla sua conoscenza ed esperienza nel settore, evidenzia chiaramente le principali motivazioni per cui l’investimento artistico debba essere considerato un asset irrinunciabile per un portafoglio adeguatamente bilanciato e diversificato.

In particolare, verrà chiaramente spiegato come non si possa più ritenere l’arte un mondo ritenuto eccessivamente complesso e di nicchia ma come costituisca un’alternativa con cui proteggere il proprio denaro e far fronte all’elevata volatilità e incertezza del presente.

Scopri i “5 Principi fondamentali per la Protezione del Patrimonio”

I Rischi per l’economia globale nel 2024

Gli investimenti in adattamento e prevenzione

Il problema del debito negli Stati Uniti

La Goldilocks Economy

Biodiversità e finanza: un’opportunità per il pianeta e anche per gli investimenti?

Gli ETF Tematici sono davvero un’opportunità di investimento interessante?

I “5 Principi fondamentali per la Protezione del Patrimonio”

L’email che riceverai è automatica ed istantanea.
La tua mail è al sicuro. Non riceverai spam

* campo richiesto

Inserendo la tua email acconsenti al trattamento dei dati